Ricevuta di pagamento per Bed&Breakfast e affittacamere occasionali

Il titolare di un B&B o un Affittacamere, che gestiscono la loro attività in forma occasionale e quindi senza partita Iva, devono rilasciare al cliente una ricevuta semplice cioè non fiscale. La ricevuta, che va emessa alla fine del soggiorno del cliente e per l’intero importo del corrispettivo pattuito, deve riportare:

  • il timbro del B&B (con cognome, nome, indirizzo e C.F. dell’intestatario);

  • numerazione progressiva e data del pagamento;

  • i dati del cliente (nome, cognome, C.F. e indirizzo).

Se il cliente vuole scaricare la ricevuta come un costo della sua ditta, sulla ricevuta c’è spazio per:

  • inserire gli estremi della ditta (ragione sociale, indirizzo, P.IVA).

  • apposita voce per indicare l’imposta di soggiorno applicata.

La ricevuta è costituita da due copie autoricalcanti di cui una è rilasciata al cliente e l’altra rimane al gestore. Quest’ultima costituisce reddito imponibile ai fini della dichiarazione dei redditi. Sulle ricevute emesse di importo superiore ad Euro 77,47 va posta una marca da bollo da Euro 2,00. Essa è a carico del cliente ed il relativo importo va riportato nella voce dedicata sul modello. Sulla nuova ricevuta lo spazio per applicare la marca è posto sul retro del modello medesimo.

Modello

16257B250 € 2,10 i.c.

Ricevuta di pagamento per Bed&Breakfast e affittacamere occasionali